Avventori del web, parolieri dalla vista lunga e dal fiuto per gli affari, viene dalla telematica via un meccanismo semplicissimo per fare investimenti molto redditizi con un budget limitato. Il metodo è testato e funzionale, se siete curiosi di sapere come si può diventare veramente ricchi sul web, continuate a leggere l’articolo.

A metà degli anni 90’ internet era ancora un mondo completamente privo di regole,un far west telematico dove si potevano realizzar delle fortune con un po’ di dollari e tanto sano spirito di iniziativa. Uno dei business più curiosi e redditizi era l’acquisto e la rivendita di indirizzi internet strategici che, comprati al semplice prezzo di registrazione, venivano e vengono poi rivenduti a peso d’oro.

Il caso più eclatante e attuale record mondiale appartiene al dominio sex.com, acquistato per ben 14 milioni di dollari dalla società Escom Llc nel 2005: il precedente proprietario il signor Gary Kremen lo aveva acquistato nel 1994 a costo zero.

Molto fortunato è stato invece Michael Kovatch che nel 1995 registrò il dominio iphone.com non potendo ovviamente immaginare che dieci anni dopo sarebbe stato lanciato un prodotto omonimo di straordinario successo dal gigante Apple, società che si è affrettata a comprare il dominio per un milione di dollari.

Tra gli affari potenziali più interessanti vi è quello del dominio poker.com secondo gli esperti si tratterebbe addirittura di un affare di 20 milioni di dollari,ma attorno a questo dominio si è creato un vero e proprio giallo. Infatti fu acquistato per una cifra attorno al milione di dollari tramite l’asta online del sito www.moiker.com da un acquirente non proprio cristallino visto che è indagato negli Stati Uniti per attività illecite ed è tuttora rimasto anonimo.

Il personaggio che è entrato nel mito attraverso questo particolare attività è sicuramente Kevin Ham, che agli albori della rete registrò qualcosa come 300000 domini internet,che rivenduti poi all’asta hanno fruttato al signor Ham la cifra di 70 milioni di dollari e il soprannome “l’uomo che possiede internet”.

Se il mercato delle estensioni “tradizionali”sta cominciando a farsi saturo,diverso è il caso dei domini con estensione .tv che appartiene allo stato di Tuvalu un arcipelago di isole situate nell’oceno pacifico.Il governo e gli abitanti di Tuvalu ricevono infatti tanti milioni di dollari o euro dai networks televisivi dei paesi ricchi che vogliono utilizzare il suffisso .tv.

Chi di voi ha qualche dominio e vorrebbe venderlo?