Notizie

Il super-portale di affiliazione

0

Uno degli argomenti che suscita maggiore interesse tra le community di giovani utenti web e che impone quindi dettagliati approfondimenti è senza dubbio l’affiliate marketing. La sola idea di riuscire a portarsi a casa un pò di soldi inserendo un banner all’interno del proprio sito/blog stimola la curiosità di tutti noi.
Superficialmente non si associa al potenziale importo guadagnato un ammontare di ore dedicate all’attività.

E’ ben difficile infatti, ma diciamolo pure, è impossibile guadagnare con sistemi di affiliate marketing se il nostro sito è visto, quando va bene, dai nostri parenti e amici più prossimie.

Quello che dovremmo aver appreso è che il guadagno online è determinato dalla nostra visibilità online. Il nostro sito sarà tanto più redditizio quanto più sarà visitato.

Se la premessa anche per voi non fa una piega, è utile concentrarsi sulla variabile tempo: quante ore lavorate devo impiegare per far crescere, giorno dopo giorno, la visibilità del mio sito? E quanto tempo devo dedicare alle attività di affiliate marketing per riuscire a canalizzare un traffico mirato e tradurre gli utenti in clienti che generano una revenue?

Non sono molti i siti che tentano (quantomeno, visto che tentar non nuoce) di effettuare questo tipo di comparazione tra guadagno e ore spese. Uno di questi è www.guadagnarecolweb.com che al nostro ingresso ci sottopone due domande semplici semplici: quanto vogliamo guadagnare, e in quanto tempo. A seconda della nostra scelta, GuadagnareColWeb ci restituisce una lista di programmi di affiliazione abbinando ad ognuno di essi il guadagno stimato e le ore ipotetiche da impiegare.

E’ un indicatore utile, anche se all’interno, scegliendo il guadagno massimo, ho subito storto il naso vedendo comparire l’ormai famigerata Tecnica Croce. Evidentemente qualcuno è riuscito davvero a oltrepassare gli ostacoli dettati dal pregiudizio e arricchirsi grazie all’Ing. Croce. Beati loro!

Tutto questo però, ha qualcosa a che vedere con il titolo del thread?

Sì, eccoci arrivati: l’idea che vi voglio dare in pasto – già accennata in precedenza – è quella di strutturare un blog, da tenere aggiornato quotidianamente, suddiviso per settori, ognuno dei quali dedicato esclusivamente (questo passaggio è fondamentale) ad un tipo di servizio al quale possiamo affiliarci.

L’idea è scaturita visitando il portale Zanox (www.zanox.com): perchè non creare un blog dedicato a tutti i programmi di affiliazione presenti su Zanox? Se non tutti, quelli che preferiamo, o quelli per i quali intravediamo i migliori margini di guadagno. A voi la scelta!

Il vostro “super-portale di affiliazione” è portata di mouse. Basta crederci.

Grande Inganno: Terza Puntata

0

Perché in USA sì è in Italia no? Ovvero, perché i metodi applicati negli Stati Uniti per i programmi di affiliazione funzionano e in Italia, se vengono semplicemente ricalcati, stentano a decollare o falliscono?

Le risposte sono chiare e lampanti grazie alla guida che stiamo analizzando e si possono sintetizzare in parole povere così:

–         negli Stati Uniti ci sono centinaia di buoni produttori che offrono programmi di affiliazione, e nel mucchio, per cominciare, non è difficile individuare nicchie scarsamente concorrenziali

–         gli stessi produttori che offrono affiliate program si preoccupano di spiegare nei dettagli il metodo ADwords

I dettagli di questi ingredienti li trovate su Grande Inganno. A causa alla scarsità di informazioni, sempre uguali, sempre troppo semplificate, sempre indotte a sorreggere il concetto dell’immediatezza e velocità, in Italia si è creata la situazione opposta: pochi concorrenti agguerriti, nessuno dei quali è disposto a vendere il proprio know-how.

Ciò si traduce in quello che viene definito Grande Inganno e che verrà spiegato nelle puntate successive. Ora vorrei soffermarmi sui giudizi che si possono trarre da questa situazione, partendo da un quesito.

Oggi c’è qualcuno in Italia che guadagna realmente con i programmi di affiliazione? Escludiamo Adsense, anche se il modello è simile non includiamolo in questo conteggio. Non so se Zanox e Tradedoubler in Italia stiano avendo un reale successo, soprattutto in quella fascia di piccoli operatori che non possiedono i requisiti di alta visibilità e traffico dei grandi gruppi editoriali.

Eppure qualcuno sarà riuscito a guadagnare, nonostante questa empasse così ben descritta dalla guida di Marsala e De Veglia. Quello che cercherei di capire, anche con l’aiuto dei nostri lettori, prima di proseguire nell’analisi e scoprire cosa si cela dietro al Grande Inganno, è l’ammontare derivante dall’affiliate marketing in Italia.

Alcuni dati forniti, se non sbaglio, da Nielsen, associavano all’Affiliate Marketing italiano una cifra non lontana dai 40 milioni di Euro per il 2006. Ma vorrei capire quale margine della torta è in mano ai piccoli editori, a quelli che come me e come voi gestiscono un piccolo sito/blog e sperano di incamerare qualche euro con i programmi di affiliazione, associandoli magari ad ADwords.

Volete contribuire a questa ricerca? Cercate! La Rete è una miniera di informazioni, proviamo a capire quanto vale realmente l’Affiliate Marketing in Italia, e poi ripartiamo con l’analisi dell’ebook Grande Inganno.

Grande Inganno: Seconda Puntata

0

L’affiliazione è il metodo più diffuso in Italia da chi propone soluzioni per il guadagno online. Questa pervasività è dovuta, secondo lo studio di Marsala e De Veglia, a quattro fattori principali. Il più importante tra questi è, a mio modo di vedere, l’essere un business “automatico”, ovvero che promette una rendita a fronte – in teoria – di un tempo speso pari a zero.

Tutti o quasi gli affiliate program garantiscono rendite variabili (da una buona integrazione ad uno stipendio intero!) assicurando che tutto ciò che dovremo fare sarà inserire un banner all’interno del nostro sito. Pochissimi (equiparabili a zero) sprecano tempo avvisando il prossimo neo-affiliato che per trasformare il proprio sito in uno strumento di guadagno sarà fondamentale la quantità e la qualità del traffico generato.

Questo accostamento confusionario tra affiliate marketing e facilità e comodità di guadagno ha fatto perdere la bussola al settore, che adesso rischia di trasformarsi da grande inganno a grande flop, risucchiato dal buco nero venutosi a creare per superficialità e ignoranza.

Tale stato di cose ha contribuito inoltre alla diffusione di dati e numeri irreali, soprattutto nei casi di affiliazione legata ad Adwords: chi non conosce a fondo AdWords tende a fidarsi dei calcoli proposti sul primo ebook scaricato, trovandosi poi, nella quasi totalità dei casi, a spendere più di quanto riesca a guadagnare. Il caso più classico è la promessa di una % di vendita legata ad un costo per click troppo basso: viene spiegato per filo e per segno nell’ebook Grande Inganno, e ora che sono arrivato a pagina 13 sono quasi convinto di consigliarvi il download.

Un concetto fondamentale è quello relativo alla pre-targhetizzazione (che affronteremo successivamente) e al funzionamento del modello statunitense. L’argomento mi sta appassionando e ormai sento il bisogno di arrivare in fondo! Continuate a seguirci nella terza puntata!

Un altro sito guru del guadagno online

3

Cominciamo ad essere troppi. Tutti che vogliono insegnare agli altri a guadagnare online. L’ultimo nato è http://www.successoinrete.com/ che, con una struttura grafica molto simile ai guru del Web Marketing di Madri.com, offrono un E-corso (pare che ora si dica così) in cui vengono spiegate tecniche e trucchi per lasciare il proprio lavoro e dedicarsi alla nostra attività preferita: diventare ricchi sul web.

Qui su DiventareRicchi.com non offriamo il Santo Graal per arricchirsi, ormai ve ne sarete resi conto. Quello che tentiamo di fare è segnalare le migliori opportunità per crearsi delle fonti di ricavo extra, e, possibilmente, indicarvi al contrario le strade da non percorrere. (more…)

Affiliate Marketing, il futuro e il presente del web

0

A parte i colossi Tradedoubler e Cj, che sull’affiliate marketing hanno costruito un business miliardario, non sono poche le aziende che si gettano in questo mercato alla ricerca di un indotto che possa far incrementare gli utili e la brand awareness.

Il valore che può generare un network di affiliati non è quantificabile: le variabili che determinano il successo di un programma di affiliate marketing sono molteplici, indefiniti e incontrollabili. Una delle chiavi di volta è senza dubbio la possibilità di offrire dei premium originali agli affiliati. Qualcosa che nessun altro può fornire. (more…)

Fidarsi per guadagnare, ma quanto?

164

Premesso che la quantificazione si riferisce sia al fidarsi che al guadagno, vorrei condividere l’esperienza negativa che ho appena concluso. La definisco negativa perchè le percezioni e i pregiudizi non mi hanno permesso di consludere l’installazione di un software che prometteva di farmi guadagnare da casa fino a 200 euro al mese. Per intenderci, la fonte è sicura, si tratta del già citato TagliaBlog. (more…)

Telefonare gratis. A patto che…

1

Presto potremo telefonare gratuitamente, trattenendoci con gli amici a parlare quanto e come ci pare. Fantascienza? No, poteri del marketing e del Grande Fratello orwelliano!

Tra non molto potrebbe infatti per arrivare anche qui in Italia l’idea lanciata negli Stati Uniti da Pudding Media, società che sta applicando una strategia universalmente non nuova ad un mondo, quello della telefonia mobile, solo parzialmente abituato a simili “invasioni”. (more…)

Google vi paga 30 Milioni di dollari per andare sulla luna!

0

Direttamente da Repubblica.it:

VENTI milioni di dollari: è questo il premio messo in palio da Google e X PRIZE Foundation per chi riuscirà entro il 31 dicembre 2012 a far atterrare sulla Luna un rover, fargli percorrere almeno 500 metri e inviare a terra fotografie e video per almeno un Gigabyte di contenuto. Una competizione internazionale senza precedenti che sfida le capacità di scienziati e imprenditori di tutto il mondo a sviluppare metodi a basso costo per l’esplorazione robotica dello spazio. (more…)

35% sul venduto: è l’affiliazione del secolo da DealDotCom!

0

Si chiama DealDotCom e oggi vive il suo personale D-Day. Parliamo di un programma di affiliazione che sta già facendo storia nonostante sia appena nato, perchè le sue caratteristiche non sono quelle di un affiliate-program come tanti. L’esordio di questo articolo dice già molto, ma non basta: in pochi secondi si può attivare un account e diffondere il nostro affiliate-link ovunque desideriamo. Guadagneremo una percentuale sul venduto senza termini di tempo e contanto sull’auto-referenziazione del link attraverso il passaparola e il viral marketing: la revenue resta infatti molto alta (15%) anche per acquisti indiretti, ovvero effettuati da persone che non hanno cliccato direttamente sul nostro link. Per il resto della nostra vita.
(more…)

Diventare Ricchi: le risposte di Yahoo Answers, e le nostre!

1

Cercando curiosità sulle possibilità di arricchirsi più o meno facilmente, ho trovato la pagina delle risposte di Yahoo Anwsers alla domanda “esiste un modo per arricchirsi facilmente e in fretta?”

Le risposte possono essere catalogate all’interno delle seguenti voci:

Praticare mestieri illegali

Vendere il proprio corpo

Vincere al Superenalotto

Trovare una novità di cui non si può fare a meno

Sposare un partner molto ricco

Ricevere una grossa eredità

Lavorare più ore

Entrare in politica

(more…)

Go to Top